Skip to content

Minacce naturali: Aumento dei rischi per immobili. Valutare il potenziale di pericolo.

28. Luglio 2021

Nature, Outdoors, Weather

I pericoli naturali e i fenomeni meteorologici estremi sono sempre stati una minaccia per le persone, i immobili e le infrastrutture. Nei paesi densamente popolati come la Svizzera, il valore degli edifici e delle infrastrutture è elevato, così come i rischi di pericoli naturali come frane o colate detritiche. Di conseguenza, la protezione e la valutazione del potenziale di rischio dei beni immobili è di importanza centrale.

Il cambiamento climatico influenza l’intensità e la frequenza dei pericoli naturali   

Il cambiamento climatico influisce sulla probabilità e sull’intensità di determinati eventi estremi di tipo meteorologico o di pericoli naturali. Secondo l’ultimo Global Risk Report del World Economic Forum, gli eventi estremi meteorologici sono percepiti come un rischio con la più elevata  probabilità di verificarsi con un impatto superiore alla media .  

L’aria calda assorbe più umidità di quella fredda (circa il 7% in più per grado Celsius). Pertanto, con il clima più caldo, ci si aspettano forti piogge o, nello specifico, le cosiddette precipitazioni pesanti. s. In Svizzera, le inondazioni e i deflussi superficiali causati da forti precipitazioni rappresentano il “pericolo naturale più costoso”. I danni causati dalle inondazioni sul territorio elvetico dal 1972 hanno comportato costi per 12,7 miliardi di franchi, adeguati al rincaro. CHF dal 1972.

Hochwasser Schäden Immobilien Gutachten

2021 Un’estate di eventi estremi 

Mentre in Canada si stanno raggiungendo temperature estreme fino ai 50°C, in Svizzera quest’estate si sono avute molte precipitazioni pesanti con temporali e grandine. Il 23 giugno, ad esempio, in mezz’ora sono caduti  40 litri per metro quadrato , il giorno seguente,  le forti piogge hanno causato un’inondazione alla stazione ferroviaria di Aarau. A una settimana di distanza, il 28 giugno, chicchi di grandine grandi come palle da golf hanno causato danni estesi a veicoli, tetti e facciate a Wolhusen (LU).

L’Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio stima che i costi medi dei danni corretti per l’inflazione relativa agli anni 1972 – 2018 ammontano a circa 305 milioni di CHF all’anno. 

Fig. 1: Stima dei danni causati stando a quanto riportato dai giornali. Fonte: WSL Banca dati relativa ai danni da tempesta in Svizzera, Wüest Partner.

Le mappe di pericolo aiutano nella valutazione del rischio  

Tuttavia, è difficile prevedere esattamente quando e dove un evento causerà danni a un edificio. Le mappe di pericolo, che mostrano l’esposizione come un insieme  di probabilità e intensità di specifici pericoli naturali, possono essere utilizzate per determinare il pericolo in un luogo (Fig. 2). Per stimare il rischio specifico di una proprietà, è necessario considerarne la  vulnerabilità e il valore. . Ad esempio, le proprietà con un parcheggio sotterraneo sono più vulnerabili al deflusso superficiale rispetto a quelle senza cantina.

Considerazione relativa a  pericoli naturali

Wüest Partner include anche i rischi dei pericoli naturali quando si occupa di analisi immobiliari. i. Al fine di mappare al meglio l’esposizione delle proprietà e dei portafogli immobiliari, abbiamo creato  un database completo con i potenziali rischi naturali. Wüest Dimensions, la nostra piattaforma di gestione immobiliare, contiene ora record di dati relativi a inondazioni, deflusso superficiale, tempeste, grandine, colate detritiche, colate detritiche di collina, frane, valanghe, terremoti e radon. Per l’intera area di insediamento del territorio svizzero, il rischio relativo  al pericolo naturale può essere interrogato intuitivamente e parzialmente visualizzato sulle mappe. Questo permette la valutazione del potenziale di pericolo e, se necessario, l’assunzione di misure adeguate. 

Fig. 2: Rischio da deflusso superficiale ella città di Zurigo. Fonti: Ufficio federale dell’ambiente, Wüest Partner 

Immagini/Grafica: Wüest Partner, Wüest Dimensions, Pixabay.com, Istockphoto.com 

Parla con i nostri esperti per ulteriori approfondimenti.